Benvenuti nella mia galleria fotografica
3 luglio 2006.
Quimper
Quimper
Partiamo verso le 09.10. Non piove, ma alcune nuvole nere minacciano temporale. Andiamo a QUIMPER deliziosa città, capitale della Cornovaglia. Visitiamo la cattedrale di stile gotico con le guglie gemelle dedicata a Saint-Corentin. Facciamo una passeggiata nella città vecchia con le sue case a graticcio. Molto interessanti le produzioni di oggetti in maiolica. Belle, ma ... care!
Concarneau
Concarneau
Ripartiamo per CONCARNEAU. La particolarità del luogo è la suggestiva "Ville Close", la piccola cittadella fortificata del XIV° secolo situata su un isolotto roccioso, conosciuta anche come "ville fleurie" per i fiori che risaltano ovunque. Passiamo un ponticello e ci troviamo all'interno dei bastioni dove troviamo i caratteristici negozietti di prodotti tipici quali biscotti, scatolette di tonno, sardine (diverse dalle nostre) e altro. Acquistiamo scatolette di sardine e tonno. Alcune, per i disegni che portano, sono addirittura da collezione.
Pont-Aven
Pont-Aven
Andiamo a PONT-AVEN. Originariamente porto costiero e città di mulini. Un tempo sulle sponde del fiume Aven c'erano 14 mulini ad acqua. La pittoresca località deve la sua fama attuale al fatto che verso la fine del XIX° secolo un gruppo di artisti si radunarono attorno a Paul Gauguin e nacque così la Scuola di Pont-Aven. Numerose le boutiques d'antiquariato e le gallerie d'arte.
Carnac
Carnac
Ci dirigiamo verso CARNAC passando da Quimperlé, Lorient e Auray. E' una località balneare che grazie ai numerosi allineamenti megalitici (alignements de Menhir) ne hanno fatto il simbolo della preistoria. Menhir (dal bretone -men hir- "pietra lunga") è un blocco di pietra per lo più irregolare talvolta ornato di simboli. L'altezza di questi monumenti può variare da appena un metro a un massimo di venti. Singole oppure raggruppate in file, allineamenti o cerchi, queste pietre assolvevano varie funzioni, tra cui quelle di segnare i confini territoriali, celebrare avvenimenti importanti e così via. Noi vediamo gli allineamenti di Ménec a ovest di Carnac recintati dal 1991 per impedire il calpestio dei turisti che ha messo a nudo la terra accentuando il degrado del suolo.
Vannes
Vannes
Proseguiamo per VANNES passando da Carnac-plage e da una splendida La Trinité-s/M. Troviamo da dormire poi facciamo una passeggiata in cerca di un ristorante per cenare. Vannes si affaccia sul golfo del Morbihan ed è capoluogo del dipartimento che prende il nome da questa frastagliata insenatura ricca di isole. Conserva l'aspetto medievale e scorci caratteristici. Tra la Porte de St-Vincent e la Porte Prison, che vediamo, sono conservate antiche fortificazioni delle quali fanno pure parte il Castello medievale de l'Hermine, la quattrocentesca Tour de Connétable, case a graticcio con tetti d'ardesia e lavatoi ottocenteschi. Continuiamo la nostra passeggiata passando dalla Porte de St-Vincent e arriviamo a Place Gambetta, affacciata sul porto-canale ed è un luogo veramente gradevole. Vediamo poi la cattedrale di St-Pierre fondata nel XIII secolo, ma dell'edificio originario conserva soltanto la parte inferiore della torre a sinistra della facciata (la guglia è del XIX° secolo). Ceniamo nel caratteristico quartiere vecchio poi a dormire.