Benvenuti nella mia galleria fotografica
5 settembre 2009 - sabato
Otranto
Otranto
Partiamo in direzione di Otranto. Il termometro, alle 10, segna già 28° e l’umidità è palpabile. Percorriamo la litoranea ed arriviamo ad Otranto. Chiamata anche "Porta d'Oriente", si affaccia nello stretto che prende il suo stesso nome, il Canale d'Otranto, situato a sud dell'Adriatico, nel punto più orientale d'Italia. Ancora oggi conserva l'aspetto caratteristico delle antiche città commerciali che si affacciavano sul Mediterraneo. Da qui è possibile intravedere le montagne dell'Albania, distanti 70 miglia nelle giornate più limpide. Visitiamo il centro storico. Entriamo nella cattedrale con un pavimento a mosaico incredibilmente bello, percorriamo le viuzze con tanti negozietti incantati da tanta bellezza. C’è molta gente.
Santa M. di Leuca
Santa M. di Leuca
Tra le stazioni balneari del "tallone dello stivale" è spesso citata la cittadina di Santa Maria di Leuca , dall'antico nome messapico, sorta presso una insenatura tra Punta Ristola e Capo Santa Maria di Leuca. Il paese appartiene al comune di Castrignano del Capo, dal quale dista appena 4 km., ma è certamente più noto grazie alle sue attrezzature turistiche. Rappresenta la punta estrema meridionale del promontorio salentino, dove si incontrano i mari Jonio e Adriatico. Ci fermiamo prima al faro situato sulla Punta Meliso. Lì si trova pure la basilica Santa Maria De Finibus Terrae. La vista su Leuca è magnifica. Proseguiamo e arriviamo al porto turistico. Nel ritorno andiamo a Tricase Porto e prendiamo un aperitivo. Tricase Porto è una piccola città a misura d'uomo dove sorge anche un porto risalente al 1400, che consiste in un'insenatura naturale. Ritorniamo al B&B, una rinfrescatina e via a cercare un ristorante dove cenare. Non lo troviamo facilmente, ma finalmente ne troviamo uno (da leccarsi i baffi).
Tricase
Tricase
Ora dobbiamo raggiungere Tricase, nel profondo Salento, la nostra meta di oggi. Percorrendo sempre la litoranea a volte tra le rocce si apre uno scenario magnifico. Arriviamo a Tricase. Ora i gradi sono 32. Nelle strade, causa il caldo, poca gente. Traffico inesistente. Abbiamo riservato al B&B “LA VECCHIA CORTE”. Lo troviamo e la signora Erminia, titolare del B&B ci accoglie festosamente e ci fa entrare nel piccolo complesso. Molto bello. Verso le 16, malgrado la calura, partiamo per Leuca.